Davines: un rapporto virtuoso tra uomo e ambiente, un approccio umanistico al business

single-image

“Lo scopo della vita è accordare il battito del tuo cuore al ritmo dell’universo, è accordare la tua natura alla natura”.
-Joseph Campbell

Quando si parla di etica per la salvaguardia di bellezza e sostenibilità, Davines è sempre un passo avanti. Un’azienda virtuosa che ha portato in alto il Made in Italy e in modo più specifico il polo emiliano della cosmetica e dell’haircare.
L’azienda è stata fondata nel 1983 a Parma dalla famiglia Bollati e produce e vende prodotti per la cura dei capelli ad uso professionale. Nata come laboratorio di ricerca, lo scopo iniziale è quello di sviluppare e produrre formule di prodotti cosmetici haircare e skincare per conto di rinomate aziende cosmetiche di alta fascia. Nel 1993 viene creato il brand Davines e tre anni dopo viene lanciato il brand Comfort Zone per il mercato skincare. 
I prodotti Davines sono il frutto di un connubio tra artigianalità e innovazione, in cui regnano semplicità, armonia e buon gusto per risultati unici. I prodotti racchiudono al loro interno semplicità e ricerca, per risultati professionali anche a casa.

Un rapporto virtuoso tra uomo e ambiente, un approccio umanistico al business.

Si concentrano sulla bellezza e sulla sostenibilità con un’accezione particolare. Un ideale di bellezza che trova ispirazione nel concetto di equilibrio tra sostanza e forma.
Per Davines si tratta di varietà, l’unicità delle persone, la donna bella non è la donna perfetta, ma la donna felice. La bellezza in cui crede Davines si basa celebra la diversità, la grazia, l’eleganza: ciò che tutti noi siamo. Questo perché chi lavora in Davines si ritiene uno strumento nelle mani dei clienti per esprimere la loro unicità.

Creando “bellezza” le persone vengono incoraggiate a prendersi cura di sè, dell’ambiente in cui vivono e lavorano, di ciò che amano.

Allo stesso modo anche l’accezione di sostenibilità è particolare.
Di primo acchito la sostenibilità fa pensare a un discorso legato all’ambiente, ma Davines non si ferma a questo, poiché lo intende a 360 gradi: sostenibilità del nostro modo di vivere anche per l’impatto e il senso di responsabilità che ha sulla nostra vita e delle persone che ci stanno vicino. Una sostenibilità intesa anche come un garantire l’efficacia dei prodotti utilizzando ingredienti di origine naturale elaborati con spirito artigianale attraverso le tecnologie cosmetiche più avanzate; sostenibilità come un minimizzare l’impatto ambientale; sostenibilità come libertà di creazione per le idee autentiche che emergono e che sono in armonia con i valori aziendali; sostenibilità come etica che nell’antico greco significa “casa, rifugio, tana”.

Un’azienda orgogliosa di essere a conduzione famigliare, l’ambiente lavorativo è una “casa”, un luogo in cui realizzarsi e intrecciare relazioni autentiche che si ergono sulla trasparenza e sulla collaborazione.

Un posizionamento di marca, quello di Davines, dedicato alla produzione e vendita di prodotti sostenibili per professionisti, incisivo ed efficace perché impresso nella mente di un target ben mirato, in questo caso parrucchieri professionisti, che si erge su un insieme di percezioni, impressioni e sensazioni relativi ai prodotti, ai servizi, ai canali di comunicazione fino all’immagine che l’azienda trasmette di sé.

La fedeltà e la fiducia dei professionisti che si occupano della cura quotidiana di tutti i tipi di capelli, viene espressa nella qualità e nella natura dei prodotti Davines come ad esempio prodotti formulati con alte percentuali di ingredienti rapidamente biodegradabili e di origine naturale, per minimizzare l’impatto sull’ambiente mostrandosi credibili agli occhi dei consumatori.Una presenza stabile e costante nei mercati al giorno d’oggi in continuo cambiamento, con un valore durevole nel tempo e che la rende rilevante. L’obiettivo viene comunicato in modo coerente, lineare e accattivante con prodotti racchiusi in packaging essenziali e sostenibili, realizzati con basso contenuto di plastica, peraltro ad uso alimentare, quindi riutilizzabili.
Rispetto ai suoi competitors, si differenziacon una filosofia continuamente alimentata dalla Carta Etica Davines. Si tratta di un vero e proprio manifesto pensato per aiutare i dipendenti a migliorare la qualità del proprio lavoro, in continuità con i valori dell’azienda dove le parole chiave sono sostenibilità, inclusività e innovazione per poter creare dei valori fondativi come la bellezza, il coinvolgimento, la comunicazione, la condivisione, la cortesia, l’eccellenza, l’equilibrio, le relazioni cosmopolite, la responsabilità, il rispetto, lo spirito costruttivo, lo spirito di iniziativa e l’unità per poi costruire una eticità. A questo si aggiungono eventi come l’ECO SALON CONTEST, concorso mondiale lanciato da Davines per premiare i saloni che sono emblema di impegno ambientale, coerenti all’ideale di Bellezza Sostenibile; programmi pioneristici che mirano a diffondere una consapevolezza ecologica nel mondo dei saloni dei parrucchieri; l’organizzazione di eventi come la giornata della bellezza sostenibile con l’obiettivo, ad esempio, di effettuare opere di riforestazione; infine, non possono mancare i prodotti a impatto zero.


Il forte impulso internazionale, l’eccellenza del Made in Italy e l’attenzione all’ambiente e all’uomo sono i valori cardine del percorso di Davines.
Come disse Dostoevsky: “La bellezza salverà il mondo” e l’apporto che Davines sta dando è lodevole ed è riconosciuto portando avanti un sogno che si avvera attraverso la loro visione della sostenibilità. Fare della bellezza e della sostenibilità una ragione di vita. E la bellezza, per Davines è sinonimo di responsabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Potrebbe interessarti anche